Il Garante della Privacy stabilisce che le aziende non possono effettuare controlli indiscriminati su e-mail e smartphone aziendali.