AUMENTO ESPONENZIALE DELLE SANZIONI IN ITALIA PER MANCATO ADEGUAMENTO AL GDPR

Aumentano pesantemente, sia come numero che come importi, le sanzioni riguardanti trattamenti illeciti di dati personali, contrari al GDPR, nell'ambito di attività promozionali (telemarketing illecito) e attivazione di contratti non richiesti. Le sanzioni risultano decisamente più pesanti rispetto al passato. 

Tra le altre sono state sanzionate  Eni Luce e Gas e Tim Spa nel corso di accertamenti e ispezioni a seguito di decine di segnalazioni: telefonate pubblicitarie effettuate senza il consenso della persona contattata o nonostante il suo diniego a ricevere chiamate promozionali o senza attivare le specifiche procedure di verifica del Registro pubblico delle opposizioni; l’assenza di misure tecnico organizzative; tempi di conservazione dei dati superiori a quelli consentiti; acquisizione dei dati dei potenziali clienti da soggetti (list provider) che non avevano acquisito il consenso per la comunicazione di tali dati, procedure inefficienti per data breach ed esercizio dei diritti degli interessati.

Molte delle aziende “indagate” hanno dimostrato di non avere sufficiente consapevolezza di aspetti fondamentali relativi ai trattamenti di dati effettuati. Il Garante, quindi, ha imposto a entrambe le società misure correttive e implementazioni di procedure e obblighi per la piena osservanza del GDPR.

La tua azienda rispetta adeguatamente tutti gli adempimenti prescritti dal GDPR? Se hai bisogno di una consulenza, contattaci!

Servizi CPT