Caso Spesometro, il Garante: "Più attenzione alla sicurezza informatica"

In occasione dei recenti adempimenti relativi alla presentazione degli Spesometri, si è verificato un grave incidente alla piattaforma Sogei, società di Information and Communication Technology del Ministero dell’Economia e delle Finanze: a causa di una falla di sicurezza,  ha reso di fatto accessibili a tutti i dati fiscali di milioni di cittadini.

Non si è trattato di un attacco hacker, bensì di una mancanza di attenzione ai necessari livelli di sicurezza dei sistemi informatici che ha causato il Data Breach.

Il Garante della Privacy ha ritenuto di intervenire in merito, indirizzando una lettera al Presidente del Consiglio Gentiloni,  per  sottolineare l’importanza ,anche per i soggetti pubblici, di porre maggiore attenzione alla sicurezza informatica.

In particolare il Garante ha sottolineato come, in un periodo di grandi trasformazioni tecnologiche, sia necessario avere una maggiore consapevolezza dei rischi a cui sono sottoposti i dati e competenze idonee a garantire i diritti e le libertà delle persone coinvolte, nonché la necessità di un forte investimento in materia di protezione dei dati.

Il Garante ha poi ricordato come “A decorrere dal maggio prossimo, inoltre, le amministrazioni dovranno adeguarsi agli standard di sicurezza previsti dal Regolamento generale per la protezione dei dati personali, basato, tra l'altro, sull'accresciuta responsabilizzazione dei titolari del trattamento e sull'idea della prevenzione del rischio e della protezione dei dati a partire dalla stessa configurazione dei sistemi”.

Per saperne di più su GDPR  e sicurezza informatica contatta i nostri consulenti

Servizi CPT